Hairlovers.style è il primo blog magazine della Svizzera italiana interamente dedicato al meraviglioso mondo dei capelli, della bellezza e del benessere, uno spazio di incontro tra chi lavora nel settore dell’hair & beauty e chi ama prendersi cura di sé. La nostra missione è creare cultura intorno al mondo dei capelli e della bellezza attraverso articoli, interviste e storie di vita reale. Crediamo che la bellezza, in ogni sua forma, possa rendere il mondo un posto migliore. Scopri l’hairlover che c’è in te.


6900 Lugano
Via San Gottardo, 93
Ticino, Svizzera

info@hairlovers.academy
T +41 79 726 45 11
WA +41 75 481 03 17
salone-miriana-vivi-in-bellezza-hairlovers-academy.jpg

L’appuntamento in salone come esperienza da Vivere in Bellezza

Ormai è chiaro, sono sempre più le donne che, dal parrucchiere, desiderano vivere un’esperienza che oltrepassi il semplice cambio look.

I capelli sono lo specchio della personalità, ma anche di desideri ed emozioni. E il primo passo per realizzare un taglio o un colore su misura è comprendere ogni esigenza, persino quelle inespresse, per poi trasferire ala cliente consapevolezza di cosa valorizzi la propria unicità: i tagli, gli hair color e lo stile.

Una mission impossible?
Assolutamente NO, anzi.

Lo sanno bene i parrucchieri in Ticino che fanno parte di Hairlovers Academy: appassionati, visionari e unici, ognuno a suo modo, in continua evoluzione per offrire bellezza e unicità con focus e cuore.

E lo fanno sempre valorizzando la propria arte e identità, offrendo consulenze mirate che scavano a fondo desideri e incertezze – andando anche oltre l’aspetto esteriore – ma anche servizi esclusivi, di valore.

Oggi abbiamo fatto quattro chiacchiere con l’hairlover Miriana Lussana, che ha focalizzato l’identità (e unicità) del suo Salone Miriana a Roveredo in una particolare filosofia: Vivi in Bellezza.

Quello che ci ha raccontato di questo percorso, siamo certi che potrebbe essere di grande ispirazione per tantissimi professionisti dei capelli e della bellezza.

Buona lettura!

Miriana, “Vivi in Bellezza” è la filosofia del tuo salone ma anche un progetto concreto per prenderti cura delle tue clienti, a 360°: da dove nasce l’idea?

“L’idea è nata con mio figlio Mattia. Una sera, durante un lavoro di ricerca in merito ai concetti e alla filosofia del salone, gli ho chiesto quale frase, secondo lui, potesse racchiudere tutto ciò che ogni giorno facciamo. E lui ha risposto immediatamente, con quella spontaneità che solo i bambini hanno: ‘È semplice, mamma: Vivi in Bellezza, perché io tutti i giorni vivo in bellezza’.

Da lì il progetto ha iniziato sempre più a prendere forma. Ho registrato il marchio e definito ogni dettaglio, ispirata dall’innocenza dei bambini e dal loro modo di vedere la bellezza in ogni cosa – in un fiore, in un gioco, negli amici, perché sono se stessi.
Cosa ha a che fare tutto questo con il cambio look?

Oggi viviamo costantemente a contatto con le foto di vip e influencer, che fanno un grande lavoro sull’immagine e veicolano bellezza, una bellezza che moltissime donne vogliono emulare, perdendo di vista la propria unicità.

Io sono convinta invece che questi modelli debbano essere solo una fonte di ispirazione, non immagini da fotocopiare, attraverso dettagli di stile personalizzati.

Che ruolo ha il parrucchiere in tutto questo?

Certamente non solo quello di realizzare il look, bensì, ancor prima, quello di guidare la cliente verso nuove consapevolezze. E per farlo non c’è strumento migliore di una consulenza a 360°.

Una consulenza che non tralascia alcun dettaglio. A partire dall’ascolto attivo, per poi passare all’analisi cromatica e comprendere quali sono i colori valorizzanti, fino ad esaminare la forma del loro viso, la lunghezza dei capelli e il colore.

Una volta individuate e raccontate queste peculiarità, ogni donna si accorge di avere una personalità unica, ed è questo il punto di partenza dell’esperienza Vivi in Bellezza, con l’obiettivo di diventare ‘icona di te stessa’.

Come definiresti quindi la tua mission (e quella del tuo team)?

La mia missione è preservare l’identità della persona, accompagnandola – proprio come si fa con i bambini – verso la definizione di sé, della più bella, raggiante e amata versione di sé.

Il progetto Vivi in Bellezza passa per tre punti fondamentali: capelli, estetica e sana alimentazione, il perfetto mix per creare e sostenere bellezza e benessere a 360gradi”.

Cosa, secondo te, rende il tuo approccio unico e speciale?

“È un percorso di ascolto, durante il quale la cliente riesce a mettere a nudo i sui desideri, a farli emergere, al fine di creare un progetto personalizzato per se stessa, valorizzando la propria personalità e incrementando la sicurezza di sé”.

Perché è importante condurre le clienti oltre il semplice cambio look?

“Per renderle consapevoli di cosa possono raggiungere e intraprendere un percorso in armonia con le esigenze di ogni donna.

Non è più tempo di andare dal parrucchiere e dire ‘Voglio essere così’ semplicemente perché è la moda, ma è tempo di estrapolare dalle tendenze la propria unicità. Per questo è importante fare un progetto e accompagnare la cliente a raggiungerlo, sia in salone che a casa”.

Quali servizi hair&beauty hai ideato per far vivere in bellezza le tue ospiti in salone?

“Sono moltissimi i servizi in perfetta filosofia Vivi in Bellezza, ma ce ne sono alcuni ai quali tengo particolarmente per l’entusiasmo che riscontro nelle clienti ogni volta che li eseguo.

Certamente la consulenza ViB Diario di un’icona (te stessa) è il servizio più d’impatto in termini di consapevolezza e quindi di impatto concreto sulla vita delle mie ospiti (oltre che sul loro aspetto estetico). Si tratta della mia consulenza personalizzata con analisi armocromatica, che ti porta a creare il tuo diario beauty e il tuo progetto hair su misura.

Ma c’è molto altro.

– Teenagers in bellezza, un hair&beauty lab dedicato alle giovanissime: un percorso unico, della durata di tre ore, durante il quale guido le mie giovani clienti verso una maggiore consapevolezza dei propri capelli e del modo in cui trattarli, e verso un utilizzo ottimale dei vari strumenti per lo styling.

– Servizio SPA per chi, oltre ai capelli vuole prendersi cura dell’anima. Un’infusione di relax e benessere grazie al massaggio testa-collo-spalle + vari trattamenti, necessari per il capello e un toccasana per il benessere psicofisico.

– Pacchetti curativi per mantenere cute e capello sani, rigenerandoli e pacchetti colore, con i prodotti per il mantenimento a casa in omaggio.

– ‘Il mio mondo in un necessarie’, il servizio trucco in 5 minuti fatto di piccoli gesti per essere sempre al top. E anche il corso make up personalizzato con la nostra estetista Roberta, per imparare a truccarsi in modo consapevole con i prodotti e gli strumenti di tutti i giorni”.

Come cambia la percezione di sé dopo una consulenza “Vivi in Bellezza”?

“Cambia tutto. Si acquisisce più sicurezza, in primis scoprendo la stagione armocromatica di appartenenza: sapere se si ha un croma caldo o freddo, le tonalità valorizzanti, che fanno sentire a proprio agio quando si indossa un nuovo colore.

Dopo una consulenza la percezione muta perché si diventa consapevoli, e quindi in grado di scegliere il meglio per se stesse, diventando anche più creative”.

Quali sono i punti di forza di questo tipo approccio al progetto hair personalizzato?

“Sicuramente l’ascolto, che mi consente di creare un rapporto di fiducia con la cliente e il SUO progetto, percorrendo insieme le varie fasi e mantenendolo attivo anche a casa.

Ogni donna mostra la sua personalità in questo processo creativo. Alcune aggiungono idee, novità, altre eliminano alcuni dettagli o, addirittura, cambiano progetto, pur mantenendo però i punti focali – chi siamo e dove vogliamo andare, proprio per non perdere la strada da percorrere.

La cliente deve vivere un’esperienza”.

I tuoi obiettivi per il futuro?

“Di obiettivi ce ne sono molti, ma il primo è quello di rendere più persone possibili consapevoli di chi sono e di dove vogliono andare”.

Vivi in Bellezza, non è una tendenza, è una filosofia di vita, un viaggio, un’esperienza.

Grazie Miriana per averla condivisa con noi.